logo

IN LOMBARDIA IL TEST BRCA GARANTITO ANCHE ALLE DONNE CON IL TUMORE ALLE OVAIE

MILANO – Una buona notizia per le donne lombarde colpite dal tumore alle ovaie. Il 4 luglio il Consiglio Regionale Lombardo ha approvato la mozione dell’Intergruppo consiliare regionale che richiedeva la possibilità di ampliare il test BRCA  (relativo alla mutazione genetica) a tutte le pazienti residenti in Lombardia e colpite dal carcinoma ovarico, dando la possibilità anche agli oncologi di prescrivere questo esame (prima prescrivibile solo dal genetista). In questo modo si velocizzano i tempi e si uniformano i percorsi di presa in carica dei pazienti. Il test BRCA verrà ampliato a tutte le pazienti lombarde con carcinoma ovarico, di qualsiasi età indipendentemente dalla loro storia familiare. Una richiesta nell’ottica della prevenzione: la mutazione genetica, infatti, accresce drasticamente il rischio di tumore al seno e tumore alle ovaie. Quest’ultimo, se non diagnosticato tempestivamente, è una neoplasia a peggior prognosi e quarta causa di morte.