logo

Un ecografo per l’ospedale di Cantù targato “Salute Donna Onlus”

 

CANTU’ –  Un dono atteso e gradito, un ecografo che agevolerà il lavoro dei medici e degli infermieri. Un regalo accolto con immenso piacere quello consegnato lo scorso 11 novembre al reparto di Riabilitazione Cardiorespiratoria dell’ospedale Sant’Antonio Abate di Cantù.

L’ecografo, consegnato da una delegazione di volontari capitanati dalla nostra presidente Anna Mancuso, è stato consegnato all’èquipe guidata dal dottor Antonio Paddeu e verrà utilizzato per eseguire ecografie generali, polmonari e cardiache con doppler.  Oltre che per la valutazione dell'escursione diaframmatica e come guida durante le toracentesi in ambulatorio e in reparto.

Grazie a questo generoso gesto la Riabilitazione Respiratoria ha potenziato la sua dotazione tecnologica con un ecografo ad uso esclusivo dell'Unità Operativa. L'apparecchiatura permetterà di eseguire gli esami anche nella stanza di degenza, senza necessariamente dover trasportare pazienti complessi in altri reparti dell'ospedale o addirittura di altri strutture.

Un’apparecchiatura molto importante per il presidio lariano. "L'ecografo - ha spiegato il dottor Paddeu  - consente al medico di analizzare le strutture normali o malate dell'organismo. Ad esempio, è possibile diagnosticare e controllare alterazioni come cisti noduli, calcoli, trombi,  mostrare se in una determinata sezione del corpo si accumula liquido, sangue o è presente un'infezione. È  importantissimo l'utilizzo in ambito cardiologico in quanto permette di valutare le dimensioni del cuore, le possibili alterazioni delle pareti cardiache (per ischemie o altre malattie), la struttura delle valvole e il loro corretto funzionamento".

Un dono davvero prezioso, acquistato grazie al lavoro di tanti volontari e di tanti cittadini . “Questa apparecchiatura  è stata acquistata grazie a parte del ricavato dello spettacolo organizzato il 30 ottobre al teatro Manzoni di Monza che ha fatto il tutto esaurito”, ha spiegato la nostra presidente.

Alla cerimonia di  consegna erano presenti anche l’assessore regionale al Bilancio Massimo Garavaglia e  il direttore generale dell’Asst Lariana (della quale fa parte l’ospedale di Cantù) Marco Onofri.