logo

Nordic Walking

Nell'ambito di tutto ciò che è prevenzione, la maggior cura del proprio stile di vita riveste oggi un’importanza particolare e proprio in questo ambito, a fianco dell’alimentazione, è prioritaria la pratica costante di una disciplina sportiva, anche di basso impatto fisico, che ci aiuti a mantenere il nostro corpo ad un livello di efficienza buono.

Non solo in ambito preventivo, ma anche dopo l’insorgenza e la cura della patologia, la pratica di un'attività sportiva può essere salutare e efficace.

In questa ottica, anche in base ad esperienze ormai generalizzate, si è proposta l’attività del Nordic Walking come strumento per migliorare il proprio livello di benessere, nello specifico della sperimentazione, dopo l’insorgenza e la cura della malattia oncologica.

Il Nordic Walking è una tecnica di cammino volta alla ripresa della camminata naturale alla quale vengono applicati funzionalmente due bastoncini appositamente studiati che permettono un sostegno posturale. Questa attività sportiva si è diffusa sempre più per i suoi benefici sulla salute delle donne operate di tumore al seno, sulle quali si è potuto riscontrare un netto miglioramento:

  • rispetto al problema del linfoedema dopo lo scavo ascellare.
  • rispetto al riequilibrio posturale dopo la ricostruzione mammaria.
  • rispetto al controllo del peso corporeo.

Tale pratica è una attività motoria tranquilla, rilassante e terapeutica che, al contrario degli sport agonistici, non stimola l’adrenalina, ma permette il rilassamento e l’integrazione di corpo e mente in un unico gesto. 

Oltre alle  succitate ragioni, la scelta dell’utilizzo del Nordic Walking ha le seguenti valenze:

  1. attività a basso impatto sull’apparato osteo-articolare e cardiaco;
  2. attività che si pratica all’aria aperta e in mezzo alla natura;
  3. attività che si pratica in gruppo e quindi con forte valenza socializzante;
  4. attività che contiene all’interno della tecnica applicata delle caratteristiche peculiari che impattano su alcuni particolari derivanti dalla cura del tumore al seno (p.e. linfedema)
  5. attività a basso impatto economico.

Scopri le date per l'anno in corso 

Istruttori

Giovanni Frangi, istruttore di Nordic Walking dal 2009 e Maestro dal 2012, opera all’interno della Scuola Italiana di Nordic Walking. Provenendo da una famiglia legata al mondo medico e scientifico, ha portato avanti all’interno della sua attività sportiva una serie di progetti legati al benessere e all’interazione tra Nordic Walking e patologie croniche. Sposato e padre di tre figli, vive e lavora in Brianza occupandosi, oltre che di Nordic Walking, di formazione comportamentale e di sviluppo e sperimentazione di prodotti e materiali per il mondo dello sport del cammino e della corsa. Opera come volontario all’interno della Protezione Civile Nazionale. 

Flavia Fusè, istruttrice federale Scuola Italiana Nordic Walking dal 2013.
Fermamente convinta che i sani stili di vita, quali l'alimentazione (ha frequentato corsi di cucina a Cascina Rosa) e l'attività fisica, siano alla portata di tutti.
Ha acquisito diverse specializzazioni tra le quali :
•Analisi biomeccanica del cammino e rieducazione postulare nel NW
•Riabilitazione oncologica e NW
•Gymstick NW
Ha partecipato a progetti con persone affette da patologie quali Sclerosi Multipla e Parkinson. Con Salute Donna, di cui è anche volontaria per la sezione di Magenta, ha attivo un Progetto Benessere rivolto a persone che già conoscono la tecnica del Nordic Walking presso Parco Montestella di Milano.

E' possibile contattare Flavia Fusè per ricevere maggiori informazioni o richiedere una prova gratuita.
E' reperibile al 3397991672 o tramite email all'indirizzo flavia@prowalking.com.


Edizioni precedenti

Il progetto realizzato da Salute Donna su un gruppo esteso di volontari ha previsto per il primo anno di attività:

  1. l’erogazione di un corso base di circa 4,5 ore diviso su 3 giornate con gruppi di circa 10-15 persone in cui sono stati insegnati i rudimenti della tecnica di base per un totale di una cinquantina di partecipanti su 3 location (Parco della Reggia di Monza, Parco delle Groane e Montagnetta di MIlano);
  2. due uscite di Nordic Walking di una giornata intera in cui vivere un'esperienza di cammino in ambienti differenti rispetto a quello abituale di pratica (Lago d’Iseo, in collaborazione con l’ASD Nordic Walking Paratico, e Monti Lessini, in collaborazione con Nordic Walking Tao Verona). 

Nel secondo anno è stata pianificata  la realizzazione un secondo corso base per 15 nuovi volontari all’interno del Parco delle Groane (MB), effettuato prima dell’estate 2014,  ed una gita non realizzata causa maltempo sulla Riviera Ligure.

Dato l’entusiasmo dei partecipanti ai corsi, l’evoluzione del progetto sarà quello della creazione di Istruttori tra i volontari della Onlus Salute Donna per fare in modo che la pratica della disciplina sportiva, con tutte le implicazioni di carattere fisico, psichico e di socializzazione continuino nel tempo rinforzando i benefici riscontrati nei primi due anni di attività.